Indietro

Vertice sulla sicurezza nell’area del Chianti

Tanti i temi affrontati nel corso dell’incontro che si è tenuto nella sala consiliare. Proseguono le riunioni del Comitato Ordine e Sicurezza

GREVE IN CHIANTI — “Il Chianti è un’area d’eccellenza a forte vocazione turistica sostanzialmente in sicurezza”. E’ così che il Prefetto di Firenze Laura Lega ha riassunto in sintesi l’analisi della situazione relativa alla sicurezza complessiva nel Chianti, emersa dalla visita sul territorio e dal successivo incontro che ha riunito in una delle sue tappe itineranti il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato per la prima volta nella sala consiliare di Greve in Chianti. L’esame del quadro dei dati attuali è stato il punto di partenza di un’importante occasione di confronto in cui il Prefetto, le amministrazioni comunali e le forze di Polizia hanno potuto condividere idee ed elaborare ipotesi di lavoro in un clima positivo.

“L’obiettivo è lavorare insieme - ha dichiarato il Prefetto - in stretta collaborazione con le istituzioni, le forze di Polizia, le aziende, i cittadini perché un territorio così ricco di potenzialità, vocato al turismo e caratterizzato da un settore economico di primaria importanza su scala internazionale, possa essere sempre più sicuro”. Il Chianti, volano economico di rilevanza mondiale, ha tutti i numeri per compiere salti di qualità e crescere nel rispetto dell’ambiente, della cultura e della tradizione. “Per questa ragione - ha aggiunto il Prefetto - teniamo a perseguire obiettivi di sicurezza tali da assicurare tranquillità ai residenti e trasmettere un ricordo positivo, una memoria che induca a tornare chi decide di trascorrere la propria vacanza in questi luoghi. Siamo consapevoli tuttavia che è necessaria una maggiore responsabilità da parte di tutti, ognuno deve concorrere a garantire insieme a noi in modo ampio e diffuso la sicurezza”.

Ordine pubblico, sicurezza stradale, prostituzione, problematica degli ungulati. Tanti e di interesse comune all’area Chianti, discussi e condivisi dalle amministrazioni comunali di Barberino Tavarnelle, Greve, Impruneta, San Casciano, i temi che sono stati affrontati nel corso della seduta. Oltre al Prefetto hanno partecipato al Comitato il Vice Questore vicario Giuseppe Solimene, il Comandante provinciale Carabinieri Colonnello Giuseppe De Liso, il Comandante provinciale Guardia di Finanza Generale Benedetto Luciano Lipari, i Sindaci Paolo Sottani, Massimiliano Pescini, Alessio Calamandrei e il commissario prefettizio Bruna Becherucci. Erano presenti anche il Capitano Carabinieri Figline Valdarno Maurizio Mascioli, il Maresciallo Giovanni Serra della Stazione Carabinieri di Greve in Chianti, il Maresciallo Nicola Turturro della Stazione Carabinieri di Strada in Chianti, il Comandante della Polizia Municipale dell’Unione Massimo Zingoni, gli Agenti della Polizia locale Giorgio Innocenti, Marco Ravaglia e Antonio Totaro.

“Per noi si è rivelato un incontro importantissimo per tutte le problematiche che ci accomunano come area Chianti e ringraziamo il Prefetto per averci dato questa opportunità - ha dichiarato il Sindaco, nonché presidente dell’Unione comunale del Chianti fiorentino Paolo Sottani - Abbiamo lavorato non solo analizzando la situazione in termini di ordine pubblico e di incolumità ma nell’accezione più ampia del termine sicurezza, toccando temi che interessano da vicino il nostro territorio, anche ponendo l’accento sulla sollecitazione che il Comune di San Casciano e le amministrazioni coinvolte e i gruppi politici, attraverso una specifica petizione, hanno rivolto ad Anas per conoscere lo stato dell’arte dei lavori di cantiere sospesi da oltre un anno lungo il Viadotto Terme, sul raccordo autostradale Firenze-Siena. Abbiamo analizzato i rapporti con le strutture turistiche e stiamo lavorando in prospettiva con un’attenzione particolare al Distretto Rurale, per il quale il Prefetto ha espresso apprezzamento, e ai temi della sicurezza legati a questa importante realtà che si basa sulla costruzione di una nuova rete di collaborazioni e impegni condivisi, finalizzati alla crescita del territorio sul piano economico e produttivo, culturale e turistico”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it