Indietro

Un premio per i cittadini più virtuosi

Il Passignano, organizzato dalla presidenza del consiglio comunale, avrà come protagonisti i paladini del buon vivere tavarnellino

TAVARNELLE VAL DI PESA — La sobrietà compositiva, i colori densi e cupi, legati alla tradizione dei grandi pittori della Laguna, sono alcune delle cifre stilistiche che collocano il tavarnellino Domenico Cresti detto il Passignano tra alcuni dei più noti artisti italiani vissuti in epoca manierista. Dai primi passi, mossi come allievo di Federico Zuccari, alla maturazione artistica giunta a Venezia, influenzata da Tiziano e Tintoretto

E’ la grandezza del pittore, ed in particolare il suo percorso di affermazione nello scenario del sedicesimo secolo, che ispira da quattordici edizioni un premio chiantigiano aperto alle virtù cittadine. Anche quest’anno il Premio Il Passignano, promosso dal Comune de organizzato dalla Presidenza del Consiglio comunale, avrà i paladini del buon vivere tavarnellino, esempi di buone pratiche che hanno contribuito a migliorare il livello della qualità della vita e a diffondere il nome del territorio in Italia e nel mondo. 


“Come vuole la tradizione di questo nostro appuntamento, uno dei più attesi dell’anno - spiega il presidente del Consiglio comunale Alberto Marini – ci prepariamo a vivere un’edizione speciale della festa di comunità in occasione delle celebrazioni di Santa Lucia, tesa a mettere in primo piano le qualità e l’impegno di cittadini, fra associazioni, imprese, gruppi, che si sono distinti nei campi più diversi. E ancora una volta lo slancio partirà dal basso, le candidature prenderanno spunto dalle proposte della gente; saranno i cittadini a designare i volti e le azioni di coloro che si ritengono possano rappresentare un modello culturale da emulare per senso civico, spirito collettivo e cittadinanza attiva e responsabile”.

I campi sono i più disparati e possono spaziare dal settore culturale a quello sportivo, dal sociale alla solidarietà, dalla difesa dell'ambiente alla biodiversità. Le candidature si possono presentare entro il 15 ottobre. I cittadini ai quali potrà essere assegnato il riconoscimento dovranno essere residenti nel territorio da almeno tre anni, legati a Tavarnelle da interessi professionali, culturali e sociali. Le candidature saranno valutate da un’apposita commissione costituita dal sindaco o suo delegato, il presidente del Consiglio comunale, due consiglieri comunali e tre cittadini. Le candidature al Premio dovranno pervenire al Comune di Tavarnelle Val di Pesa all’Ufficio Ufficio Relazioni con il Pubblico. Bando e regolamento sono disponibili sul sito web del Comune.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it