Indietro

Mascherine, camici e cuffie dalla maison di moda

Per fronteggiare l'emergenza Coronavirus aziende del territorio e privati cittadini hanno preso parte alla catena di solidarietà lanciata dal sindaco

BAGNO A RIPOLI — Il Comune di Bagno a Ripoli ha reso note le ultime donazioni di mascherine da parte di aziende, associazioni e singoli cittadini per aiutare gli operatori dei servizi essenziali a fronteggiare l'emergenza Coronavirus. Arrivate anche le uova di Pasqua ai medici e agli infermieri in prima linea e creme per le mani al personale sanitario.

“Voglio ringraziare davvero di cuore tutti i nostri donatori da parte di tutti i cittadini di Bagno a Ripoli. È una gara di solidarietà che ci riempie di orgoglio e ci commuove - ha detto il sindaco Francesco Casini - , è la conferma che apparteniamo a una comunità unita, forte e compatta, sempre in prima linea nei momenti di difficoltà. Ovunque c'è carenza di dispositivi di sicurezza e il materiale donato ci consente di supportare molte attività del territorio che in questo modo possono restare aperte per garantire i servizi essenziali alla popolazione. Grazie mille a tutti. Molto è stato fatto ma molto altro serve ancora, per cui mi raccomando: non smettiamo di donare!”.

Nelle ultime ore, all'elenco della generosità con le donazioni all’amministrazione comunale si sono aggiunte "Oltre 2000 mascherine, cuffie e camici da parte di Scervino, tra le maggiori maison di moda in Italia con sede a Capannuccia. L’azienda, in questa fase di emergenza, ha infatti chiesto alle sue sarte di mettersi all'opera per realizzare dispositivi di sicurezza indirizzati al personale medico e sanitario di tutta la regione. Allo stesso modo, anche il Centro Estetico Raban ha donato all'amministrazione comunale trecento guanti e 100 cuffie, altre 200 mascherine sono state donate dall'imprenditore grassinese Emanuele Sollazzini corredate da un disegno del figlio Diego. Ieri mattina è arrivata la prima parte della fornitura di dispositivi di sicurezza messa a disposizione dall'imprenditore ripolese Marco Morelli tramite l'azienda di famiglia Mmmar Srl: seimila guanti a cui seguiranno altrettante mascherine di protezione. L'imprenditore ripolese Simone Neri, che ha deciso di riconvertire la sua azienda tessile con sede a Prato per produrre dispositivi di sicurezza, ha già consegnato al Comune 320 mascherine per una fornitura che nei prossimi giorni toccherà i 1500 pezzi. E proseguono le iniziative benefiche promosse dai singoli cittadini. Particolarmente dolce la generosità della cioccolateria Vitali di Bagno a Ripoli che ha deciso di donare ai medici e agli infermieri dell’ospedale Santa Maria Annunziata impegnati nei reparti di Medicina, Rianimazione, Malattie infettive e Pronto soccorso circa cinquecento “ovetti” di cioccolata preparati in vista della Pasqua. La consegna sarà effettuata nei prossimi giorni. Mentre l’imprenditrice ripolese Ivana Aglietti in collaborazione con l’azienda di cosmesi Idee Toscana donerà agli operatori sanitari dell’Osma quasi 450 confezioni di crema idratante per le mani, per lenire le irritazioni dovute all’uso prolungato dei guanti e dai frequenti lavaggi. Anche in questo caso la consegna sarà effettuata nei prossimi giorni".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it